Il Dungeons & Dragons di Stranger Things diventa terapia

Si chiama Dungeons & Dragons e molti lo conosceranno per averlo visto nell’amatissima serie tv Stranger Things. Ebbene, questo gioco di ruolo viene ora utilizzato come terapia per i bambini con problemi di socializzazione. L’idea è di Adam Davis che lo propone nel suo gruppo di analisi Wheelhouse Workshop con sede a Seattle e Kirkland (nello stato di Washington).

I bambini di Stranger Things giocano a Dungeons & Dragons (Netflix)

I bambini di Stranger Things giocano a Dungeons & Dragons (Netflix)

Terapeuta professionista, Davis ha notato come il gioco riuscisse a dare sfogo a un lato della personalità di questi piccoli che altrimenti sarebbe rimasto nascosto e inutilizzato. Per chi non fosse un appassionato, il Dungeons & Dragons è un gioco di ruolo commercializzato per la prima volta nel 1974. Si gioca in gruppo e ogni giocatore crea il proprio personaggio lanciando dei dadi e determinando in base a questi le caratteristiche del personaggio stesso.

Dungeons & Dragons

Dungeons & Dragons

I bambini si immedesimano in lui e grazie a questo riescono a interagire tra di loro con molta più facilità. Attraverso le avventure fittizie con le quali devono confrontarsi, stimolano in modo positivo quella parte ‘sociale’ dell’io che di solito li intimidisce e li blocca.

Dungeons & Dragons

Dungeons & Dragons

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...